Gli asset su cui investire in opzioni binarie

asset

La nostra esperienza in campo finanziario ci suggerisce che ci sono alcuni settori più soggetti alla volatilità rispetto ad altri più stabili. La volatilità, il cambio repentino di un trend, soprattutto quando si fa trading online di breve termine, fa venire i brividi e condiziona negativamente il modo di operare di molti trader.

Gli asset su cui investire in opzioni binarie più legati alla volatilità sono gli indici, le valute, ed anche il prezzo delle singole azioni, mentre quelli più stabili sia nell’ intraday che nel brevissimo, da più di un giorno ad una settimana, sono in genere le materie prime come greggio o metalli preziosi (oro e argento).

Da ciò si evince che per coloro che per le prime volte si avvicinano alle opzioni binarie, sarebbe meglio investire su asset più stabili come ad esempio il prezzo dell’oro, inserito in un up trand ultradecennale, con movimenti più ridotti anche nell’ intraday. Opzioni binarie su valute o singole azioni, con una volatilità che fa oscillare i prezzi su e giù, sono consigliate a chi ha già una buona dimestichezza con questa tipologia d’investimento, o per coloro che si avvalgono del supporto di un tutor, offerto dai migliori broker online.

Investire con le opzioni binarie

binary

In momenti come questi, con i mercati finanziari che non hanno ancora digerito del tutto la grave crisi che ha colpito il debito degli stati sovrani e che, inevitabilmente, ha contagiato l’economia reale, investire i propri risparmi potrebbe essere come camminare alla cieca su un campo minato. Investire sulle singole azioni, sulle singole valute, o su determinate obbligazioni potrebbe essere ancora molto rischioso.

Per questo motivo, investire con le opzioni binarie, in tempi difficili come questi, è il giusto compromesso per approfittare dei saliscendi che si verificano quotidianamente sui mercati, facendo trading online, e riducendo al minimo i rischi, aumentando sensibilmente le chance, ottenere dei cospicui guadagni. La parola d’ordine per gli investitori di oggi è “diversificare”. Con le opzioni binarie è possibile diversificare la qualità e la quantità dei propri investimenti. Meglio investire su un intero settore, che su una singola azione legata allo stesso asset.

Oppure, compare un’opzione Call e coprirsi anche parzialmente, con un’opzione Put che ne preveda la direzione opposta. Le opzioni binarie, infine, sono libere da commissioni di trading, sono molto convenienti per gli scalper, abituati ad entrare ed uscire dal mercato con una frequenza elevata, sui quali grava, però, il peso di commissioni insostenibili!

Opzioni binarie e forex: facciamo chiarezza

forex-binary

Le opzioni binarie sono una vera e propria rivoluzione nel mondo del trading visto che è il primo strumento finanziario derivato in grado di coniugare elevati rendimenti con assoluta facilità di utilizzo. In pratica le opzioni binarie hanno reso democratico l’accesso a strumenti che fino a qualche anno fa erano destinati solo alle élite. Adesso tutti possono sentirsi come il Lupo di Wall Street, speculare sui mercati finanziari senza limiti, con alti rendimenti e rischi contenuti. Questo però fa sì che talvolta nascano degli equivoci.

Cosa sono le opzioni binarie

In pratica alcuni principianti tendono a mettere in contrapposizione opzioni binarie e forex visti come due cose diverse, ma in realtà non sono nemmeno comparabili.Nel senso che il forex è un mercato OTC, il più grande, efficiente e profittevole mercato al mondo. Le opzioni binarie sono invece uno strumento eccellente che serve a fare trading sul forex, così come anche sulle materie prime, sulle azioni, sui bitcoin. Insomma, trattandosi di uno strumento derivato, le opzioni binarie consentono di tradare qualunque sottostante, l’importante è che il sottostante stesso sia a sua volta quotato in un mercato finanziario regolamentato o che comunque consenta la rilevazione ufficiale o ufficiosa del prezzo.

Possiamo aggiungere che le opzioni binarie sono al momento lo strumento migliore per operare nel forex perché consentono di farlo in maniera semplificata. Allo stesso modo, è stato dimostrato da studi di economia applicata che, tra tutti i possibili mercati su cui si può operare, il forex è sicuramente quello che dà i risultati migliori con le opzioni binarie.

Trading opzioni forex

Come funziona il trading delle opzioni forex? Molto semplice: in pratica il trader ha l’obiettivo di individuare, data una coppia di valute, quale delle due si rafforzerà e quale si indebolirà. Se la previsione è corretta, incassa un rendimento dell’85% (di solito superiore) se non è corretta non incassa alcun rendimento ma potrebbe essere soggetto alla perdita di una parte del capitale investita su quella singola opzione. La previsione deve avverarsi al termine di un intervallo di tempo, che è detto scadenza dell’opzione. Ancora una volta vediamo come la contrapposizione opzioni binarie o forex non ha senso.

Ma da cosa nasce questa espressione? Nasce dal fatto che molto spesso quando ci si riferisce al trading forex si parli, più che altro, del trading con i CFD. Quindi chi fa confronti tra opzioni binarie e forex in realtà li sta facendo tra trading con opzioni binarie e trading con CFD. L’importante è essere chiari. Se ti stai chiedendo cosa sia un CFD, ebbene, non ti preoccupare: se non lo sai continua ad operare con le opzioni binarie che sono molto più facili da capire e utilizzare rispetto ai CFD.

Broker opzioni forex

Per fare trading di opzioni forex con successo è strettamente indispensabile utilizzare broker per opzioni che garantiscono sempre la massima sicurezza e affidabilità. E questa garanzia, al giorno d’oggi, la può dare solo la CONSOB. Il consiglio per tutti è quello di utilizzare solo ed esclusivamente broker che siano autorizzati e regolamentati dalla CONSOB, senza cadere nelle trappole per allodole che alcuni broker non autorizzati possono organizzare.

Opzioni binarie pareri

Il parere di tutti gli esperti sulle opzioni binarie è unanime: sono uno strumento perfetto per operare sul mercato forex, garantendo ottimi guadagni a tutti, anche a chi conosce poco e niente il mercato valutario. Non è necessario fare un corso per imparare il trading online di opzioni binarie, sono sufficienti le tante risorse e guide free che si trovano su internet. Anche i forum, in effetti, sono ricchi di consiglia, anche per quanto riguarda la scelta del broker.

In ogni caso prima di cominciare il trading online con soldi veri è sempre consigliabile sperimentare il broker mediante il conto demo. Tutti i broker migliori consentono l’apertura di conti demo con cui è possibile valutarli e, magari, formarsi anche un parere personale sulle opzioni binarie prima di cominciare a rischiare soldi veri.

Come si formano gli indici di borsa

indice

Gli indici di borsa si pongono tra i sottostanti preferiti per fare trading online con le opzioni binarie. Molti si chiedono come vengono formati e calcolati gli indici delle principali borse mondiali, ma sono in pochi quelli capaci di darsi una risposta.

Gli indici di borsa consistono in dei panieri di azioni, ed il loro valore viene espresso un punti.Ci sono tre metodi per calcolare gli indici di borsa: Price Weighted, Equally Weighted e Value Weighted.

Il metodo di calcolo del Price Weighted si limita a sommare il prezzo di tutte le azioni che compongono un determinato indice. Nonostante si tratti di uno strumento di calcolo che può creare squilibri, in quando un’azione con minore capitalizzazione ha lo stesso peso di una “ big cap”, il Price Weighted viene utilizzato per calcolare un indice importante come il Dow Jones.

Anche adottando l’Equally Weighted il valore di un indice si forma adottando un sistema di ponderazione che attribuisce a tutte le azioni lo stesso peso all’interno del paniere.Con il metodo Value Weighted, invece, ogni titolo azionario incide sull’indice in proporzione alla propria capitalizzazione. Il nostrano Futse Mib è un indice che come l’americano S&P 500 viene calcolato con il metodo del Value Weighted.

Le opzioni binarie più usate nel trading online

Binary

Il successo delle opzioni binarie deriva dalla facilità con cui è possibile fare trading online, ed avere accesso diretto e facilitato ai più importanti mercati finanziari mondiali, a condizioni molto vantaggiose.I brokers di opzioni binarie offrono a zero le spese la possibilità di operare servendosi di piattaforme di trading capaci di soddisfare sia il trader più esigente che l’investitore alle prime armi.

Il classico trading online con opzioni binarie consiste nel prevedere se alla scadenza dello strumento, il prezzo finale (expyre price) sia maggiore o minore di quello pagato per acquistarla (strike). Le opzioni binarie più usate sono le opzioni Call, Put, Touch e Range. Optando per un’opzione Call (High) si pronostica che l’expyre price sia superiore allo strike. Scegliendo una Put, invece, si auspica che il prezzo finale alla scadenza sia inferiore allo strike.

Tuttavia esistono altri tipi di opzioni binarie. Aprendo una opzione Touch, si pronostica che la stessa tocchi un determinato prezzo, prima della scadenza. Un’ opzione Touch si conclude in the money, in guadagno, anche se l’expyre price è minore del prezzo finale dell’opzione stessa, l’importante è toccare almeno una volta il prezzo prestabilito. Puntando su un’opzione Range, invece, si prevede che l’expyre price sia compreso entro un prezzo minimo ed un prezzo massimo prestabilito nel contratto.

Come scegliere un broker per fare trading online con le opzioni binarie

broker

Il broker online è l’intermediario finanziario che ci consente di fare trading online con le opzioni binarie. In poche parole, scegliere un broker significa decidere con quale piattaforma di opzioni binarie si vuole investire.

Le opzioni binarie sono lo strumento di trading più in voga del momento, ed il panorama dei brokers è molto vasto, ma una corretta scelta dell’intermediario che ci permetterà di accedere a questo nuovo mercato, potrà rivelarsi una strategia fondamentale per il buon esito delle operazioni. La bontà e l’efficienza di un broker di opzioni binarie non può prescindere da determinati requisiti:

– una piattaforma che consenta diversificare sfruttando più asset sottostanti;
– una piattaforma che permetta di operare in più direzioni ( rialzo, ribasso, range o touch);
– una piattaforma che consenta di fare trading anche con capitali modesti;
– una piattaforma che offra dei rimborsi minimi in caso di operazioni chiuse in perdita;
– una piattaforma con un data base veloce, che trasmetta gli ordini sul mercato in tempo reale;
– una piattaforma che offra assistenza 24 ore su 24.

A questi requisiti essenziali, i migliori brokers di opzioni binarie offrono anche degli omaggi per i nuovi clienti che aprono un conto di trading in denaro vero, come il bonus del 100% sul primo deposito.

I termini più usati nelle opzioni binarie: glossario del trader

glossario

Chi si accinge per le prime volte a fare trading online con le opzioni binarie avrà a che fare con dei termini squisitamente tecnici ed in lingua inglese, che ad un primo momento potranno sembrare di non facile interpretazione. Ecco di seguito un utile glossario con i vocaboli e le parole che qualsiasi aspirante trader di opzioni binarie dovrebbe conoscere.

Asset: sottostante di riferimento (indici, materie prime, valute, azioni, obbligazioni, etc.).
Expyre Time: ora e data di scadenza dell’ opzione.

Expyre Price: valore dell’ opzione al momento della sua scadenza.

Target Price: detto anche Strike Price, è il prezzo dell’opzione alla scadenza, che viene definito a priori nel contratto.

Market Price: prezzo di mercato dell’opzione, prima della scadenza.

Investment Amount: quantità di denaro investita.

Call Option: opzione che prevede, alla scadenza, un prezzo maggiore a quello pagato per acquistarla.

Put Option: opzione che prevede, alla scadenza, un prezzo minore a quello pagato per acquistarla.

Touch Option: opzione che prevede il raggiungimento di un determinato prezzo, anche per una sola volta, entro l’ Expire Time.

No Touch Option: opzione che prevede il mancato raggiungimento di un determinato prezzo, entro l’Expire Time.

Range Option: opzione che prevede, alla scadenza, un prezzo che si collochi tra un prezzo minimo e massimo.

In the money: operazione chiusa in guadagno.

Out of the money: operazione chiusa in perdita.

At the money: operazione chiusa in parità.

Refund: guadagno dell’ investimento concluso con successo.

Return: percentuale di guadagno dell’investimento.