Il trading in Italia

piattaforme_forex

A partire dal 1999, anche in Italia è arrivato il trading online, “Nuovo Regolamento Consob di attuazione del Testo Unico dei mercati finanziari”; questo regolamento ha permesso di poter sfruttare le potenzialità di internet per riuscire a eseguire alcune operazioni atte a sollecitare il pubblico risparmio e permettere così la circolazione di denaro nel mondo del web, appunto chiamato trading bancario, o meglio conosciuto come trading online, viene definito quindi come un’ attività di negoziazione, anche per conto proprio dei titoli finanziari, attraverso internet.

La negoziazione avviene per via telematica, attraverso un Broker online ossia una banca telematica che “presta” la sua piattaforma online per effettuare la compravendita degli strumenti finanziari al fine di incrementare il proprio ammontare. E’ possibile quindi comprare o vendere titoli azioni, titoli di stato, valute, obbligazioni, futures e tanto altro con il vantaggio di usufruire di costi più bassi a livello di commissione richiesta all’investitore. E’ importante sapere che con il trading bancario il rischio potrebbe essere molto elevato si consiglia di affidarsi ad una società specializzata regolamentata Consob, al fine di non incappare in truffe o problemi di pagamento vario.

Le banche, come è risaputo hanno una funzione principale in merito a deposito di risparmi e di investimenti, quindi sembrerebbe ovvio che la scelta della banca a cui affidarsi per coloro che iniziano ad entrare nel mondo del trading è molto importante e la scelta talvolta bisogna farla a seconda di alcune caratteristiche, come ad esempio le offerte, le modalità di tenuta del conto corrente, le commissioni ecc.

Grazie a Piattaforme Forex abbiamo potuto selezionare alcune tra i più importanti istituti bancari che effettuano trading online: Webank presenta delle commissioni degressive che scendono con il crescere degli ordini fino ai 3 euro. La piattaforma web è completamente gratuita a differenza della T3 che ha un costo di 30 euro al mese, gratuita con 50 euro di commissioni del mese.

Fineco, la quale offre commissioni per operazione pari al 19% relativo al controvalore dell’ ordine sia per vendere che per acquistare strumenti finanziari online, fino ad un massimo di 19 euro per ordine. La piattaforma offre i mercati in push, marginazione, CFD su indici, ordini automatici, Chart Trading, trading 60 secondi e tanto altro a partire da 19,95 euro mensili. Ing Direct ha delle commissioni per operazioni del 0,19 % con da un minimo di 8 euro ad un massimo di 18 euro. Il canone annuo è pari a zero, così come il costo della piattaforma online.