Dove fare trading online

Trading-on-line

Sul web ci sono veramente tantissimi strumenti dove poter operare in questo settore. Quindi facciamo un po’ di chiarezza, ma soprattutto capire quali sono i servizi a disposizione dei trader per operare in tutta serenità. Iniziamo dunque con il definire alcuni aspetti universali che i sistemi online garantiscono a chi vuole investire in questo tipo di operazioni finanziari, partiamo da una lista completa di piattaforme in cui è possibile operare avendo dalla nostra, la tutela di un sistema giuridico e di un regolamento riconosciuto a livello internazionale.

Il trading con 24option

Il broker 24option è considerato, oggi, una delle migliori piattaforme di trading in opzioni binarie. Investire con 24option è davvero molto semplice e intuitivo e, proprio per questo, oggi la maggior parte dei trader che punta su questo strumento di investimento non può che scegliere la piattaforma in questione. Dalla sua vi è la qualità degli strumenti e dell’ assistenza tecnica al cliente, a cui vanno sommati anche tutti gli eventi organizzati da 24option per i propri clienti, eventi in cui vengono forniti aggiornamenti e formazione sul trading online in opzioni binarie.

Il trading con BDSwiss

Una delle piattaforme più moderne e allo stesso tempo semplici attraverso cui fare trading è quella proposta da BDSwiss. Si tratta di uno strumento utilissimo non solo per i trader esperti, ma anche per chi ha appena iniziato a muovere i primi passi in questo settore, in particolare nel trading di opzioni binarie. Questo tipo di strategia infatti è sempre più diffusa proprio per la semplicità delle regole e per il successo che garantisce a chi apre un conto BDSwiss per investire sul prezzo dell’oro, sui mercati internazionali e sulle materie prime.

Il trading con Freelancer

Fondata nel 2009 in Australia da Matt Barrie, Freelancer.com è un’altra famosa piattaforma generalista, nota in particolare per i suoi “contest”, le sfide per aggiudicarsi un lavoro. Al network sono iscritte anche migliaia di aziende italiane. Al momento Freelancer.com impiega quasi 240mila professionisti, che lavorano per 30mila committenti su quasi 59mila progetti. La registrazione alla piattaforma è gratuita (con limiti al numero di progetti che si possono commissionare o eseguire) oppure a pagamento (senza limiti).

Il trading con Addlance

A fondarla sono stati due fratelli di Como, Andrea e Luca Cappelletti. Gli ambiti previsti sono quelli tecnici (programmazione, sviluppo web, multimedia), oltre a design, business support, marketing e comunicazione. L’obiettivo è arrivare a 5mila iscritti entro la fine del 2015, per un valore dei progetti pari a un milione di euro.

Il trading con Twago

Fondata a Berlino nell’agosto del 2009, Twago è la piattaforma leader nei Paesi germanofoni, in Italia (dove è presente dalla fine del 2009) e in Spagna. Dal 2012 è approdata anche sul mercato francese. Segnala di avere oltre 78mila progetti pubblicati per un valore di quasi 415 milioni di euro. Sono molto richiesti i programmatori, i graphic designer ma anche i traduttori o gli esperti di marketing. La registrazione di base è gratuita, si paga una percentuale sul lavoro concluso (un po’ come avviene per le agenzie immobiliari).