Breve guida per investire nelle opzioni binarie

opzioni_binarieLe opzioni binarie sono uno degli strumenti finanziari che nel corso degli ultimi anni ha acquisto maggiore notorietà tra i trader italiani e internazionali. Chiamate così poiché il loro esito è, appunto, binario, le opzioni rappresentano uno strumento di facile sottoscrizione, in grado di regalare dei successi finanziari particolarmente ghiotti anche a quelle persone che non hanno particolari conoscenze di analisi tecnica e fondamentale. Cerchiamo dunque di “guidarvi”, pur brevemente, alla scoperta di questo interessante strumento.

Cosa serve per investire in opzioni binarie

Per investire in opzioni binarie è sufficiente aprire un conto presso uno dei broker che rendono oggi disponibile la possibilità di impiegare il proprio denaro in tali strumenti finanziari. Successivamente sarà necessario procedere all’utilizzo di apposita piattaforma di trading (web, mobile, pc, ecc.), e iniziare a porre in essere le proprie scelte!

Quanto si può guadagnare?

Le percentuali di guadagno dipendono dalle preferenze del broker e, in esse, dal tipo di account che si sceglie di attivare. Solitamente i broker riconoscono una percentuale di remunerazione tra il 70% e l’80%, sebbene sia possibile che per certe tipologie di conto e di intermediario le percentuali possano superare tale soglia.

Come funzionano le opzioni binarie?

Esistono diverse tipologie sottoscrivibili di opzioni binarie. Le più note sono probabilmente quelle Alto / Basso, nelle quali l’investitore non dovrà far altro che “indovinare” se il prezzo del sottostante chiuderà – alla scadenza prevista – al di sopra o al di sotto della soglia selezionata. Altre opzioni binarie particolarmente fruite sono quelle Tocca / Non Tocca, nelle quali il trader dovrà cercare di valutare se il prezzo del sottostante arriverà a toccare o meno il prezzo della soglia stabilita (a nulla rileva se il prezzo continuerà a salire o scenderà nuovamente sotto soglia). Ancora, esistono le opzioni binarie a “range”, o “intervallo”: in tale ipotesi il trader dovrà cercare di comprendere se il prezzo del sottostante, alla chiusura dell’intervallo temporale di impiego, si troverà all’interno di un determinato range di prezzo, o si collocherà al di fuori.

Quanto durano le opzioni binarie?

In aggiunta a quanto sopra, si tenga conto che le opzioni binarie rappresentano una forma di investimento piuttosto personalizzabile, permettendo ad esempio al trader di scegliere la scadenza temporale all’interno di un vasto ventaglio di alternative: possiamo pertanto individuare le opzioni binarie a 60 secondi, quelle a 2 o 5 minuti, quelle a 15 o 30 minuti.

È davvero così facile “vincere” con le opzioni binarie?

Quanto sopra non deve lasciar intendere il trader neofita che il successo con le opzioni binarie sia così facile da conquistare. Investire nelle opzioni binarie non è infatti equivalente a una mera operazione di “scommessa” sportiva, ma deve essere l’oggetto attento di una valutazione finanziaria che non può prescindere da qualche conoscenza approfondita sull’asset di riferimento. Certo, nulla vi vieta di investire nelle opzioni binarie senza alcun tipo di apprendimento. In fondo, è come lanciare una moneta: anche se non siete degli esperti di aerodinamica e di fisica, a volte riuscirete a indovinare se uscirà testa, o croce.

Per approfondimenti sul trading binario consigliamo Guadagnare.net – clicca qui >>