I dubbi di Janet Yellen sull’ innalzamento dei tassi di interesse

federal reserve Janet Yellen

Una delle domande ricorrenti che sorgono tra gli investitori di tutto il mondo è quando la Federal Reserve (Fed) inizierà ad aumentare i tassi di interesse. La governatrice della FED, Janet Yellen, sembrerebbe voler aumentare i tassi, perché come molti economisti, la sua sensazione è che l’interesse così basso possa crea diversi rischi. Finché la Fed fornisce soldi a tasso zero, le banche statunitensi godono di fonte illimitata di denaro a buon mercato, quasi a costo zero e ne approfittano investendo in attività finanziarie rischiose che hanno rendimenti elevati, e che potrebbero portare ad un’ altra crisi, sulla falsariga della crisi finanziaria iniziata nel 2008.Continue reading

La BCE prepara il Quantitative easing

quantitative easing BCE

La Banca centrale europea dovrebbe annunciare un nuovo programma di allentamento quantitativo il 22 gennaio. Gli investitori sono entusiasti, e i rendimenti dei titoli di Stato nell’ eurozona sono ai minimi ma, l’ euforia è fuori luogo. Quantitative easing è l’ arma più potente della BCE, presieduta da Mario Draghi, ma da solo non può salvare l’ Europa senza il sostegno dei governi sotto forma di incentivi di bilancio e di riforme. Il quantitative easing potrebbe far scaturire solo un aumento dei prezzi delle attività finanziarie, o addirittura creare una trappola che funzionerebbe come un boomerang.Continue reading

Stop loss e take profit, perchè è indispensabile fissarli?

Stop loss e take profit, perchè è indispensabile fissarli

Una delle regole fondamentali di ogni buon trader prevede che al momento dell’apertura delle posizioni si fissi lo stop loss e il take profit. Ma cosa intendiamo con tali due termini? E, soprattutto, per quale motivo è così importante cercare di stabilire questi due limiti?

Come scritto nell’ articolo precedente lo stop loss e take profit sono i limiti che il trader si pone nel gestire la propria posizione e, in altri termini, rappresentano i momenti di uscita (in perdita o in utile) previsti anticipatamente. Fissabili sia al momento dell’apertura della posizione, sia in un secondo momento (ovvero, quando la posizione è già aperta), si tratta di due elementi fondamentali, che dovrebbero contraddistinguere qualsiasi posizione sul mercato.Continue reading

Fare stop trailing per “cavalcare” i rendimenti

stop trailing

Come ben noto a tutti i trader, gli stop loss e i take profit costituiscono due elementi imprescindibili per qualsiasi trader che desideri porre in essere un investimento razionale e coscienzioso. Attraverso stop loss e take profit, infatti, sarà possibile chiudere una posizione in perdita ad un livello ritenuto tollerabile o, di contro, chiudere una posizione in guadagno ad un livello che viene ritenuto soddisfacente.

In altre parole ancora, gli stop loss e i take profit sono dei limiti (minimi e massimi) ai quali si procederà a chiudere la posizione. Una scelta estremamente razionale, che vi eviterà di rimanere in balia delle onde dei mercati finanziari e, soprattutto, dei riflessi emozionali che potranno scaturire dalla gestione di una posizione.Continue reading

Come calcolare le medie mobili

medie mobili

Le medie mobili rappresentano un concetto molto caro a tutti i trader più esperti e a quelli che si stanno avvicinando con convinzione al momento in cui prenderanno con oculatezza la decisione di investire sulla base di specifici segnali di trading. Ma cosa sono le medie mobili? E in che modo è possibile calcolare questo indicatore?

Le medie mobili sono degli strumenti che puntano a ridurre le fluttuazioni dei prezzi di un titolo, depurando le quotazioni da quelle che sono i c.d. “nervosismi”, ovvero quei piccoli spostamenti continui che fanno “rumore”, ma finiscono con il non avere un grande valore aggiunto per il trader che investe attraverso i broker più professionali e confondere la sua interpretazione.Continue reading